Loading...
Home2019-11-07T06:23:42+00:00

Comunicato

Emilio Pisani, agendo a nome e per conto della Fondazione di cui egli è il Presidente in carica, ha conferito all’Avvocato Rotale Carlo Fusco, Postulatore delle Cause dei Santi, il mandato di agire dinanzi all’Autorità Ecclesiastica competente per ottenere la raccolta delle testimonianze sulla vita di Maria Valtorta e, in specie, le prove sull’esercizio eroico da Lei praticato delle Virtù cristiane.

Poiché Maria Valtorta è morta nei confini dall’Arcidiocesi di Lucca, è stato chiesto all’Ordinario di quella Arcidiocesi il parere sulla possibilità che sia la Diocesi di Roma ad occuparsi della raccolta delle suddette testimonianze e prove. L’Ordinario di Lucca ha dato risposta affermativa. Pertanto un Sacerdote del Vicariato ha iniziato a raccogliere le testimonianze sulla vita di Maria Valtorta e le prove sull’esercizio eroico da Lei praticato delle Virtù cristiane.

Comunicati in merito saranno emessi sul sito web della Fondazione Maria Valtorta Cev onlus : www.mariavaltorta.com

Per l’acquisto di libri, rivolgersi al
CENTRO EDITORIALE VALTORTIANO

www.mariavaltortastore.com

L’EVANGELO COME MI È  STATO RIVELATO

L’opera principale, tra gli scritti di Maria Valtorta, è pubblicata in dieci volumi sotto il titolo: L’Evangelo come mi è stato rivelato.
Narra la nascita e l’infanzia della Vergine Maria e del figlio suo Gesù (scritte, in gran parte, durante lo sfollamento da Viareggio), i tre anni della vita pubblica di Gesù (che costituiscono il grosso dell’opera), la sua passione, morte, resurrezione e ascensione, i primordi della Chiesa e l’assunzione di Maria.
Letterariamente elevata, l’opera descrive paesaggi, ambienti, persone, eventi, con la vivezza di una rappresentazione; delinea caratteri e situazioni con abilità introspettiva; espone gioie e drammi con il sentimento di chi vi partecipa realmente; informa su caratteristiche ambientali, usanze, riti, culture, con particolari ineccepibili. Attraverso l’avvincente racconto della vita terrena del Redentore, ricca di discorsi e di dialoghi, illustra tutta la dottrina del cristianesimo conforme all’ortodossia cattolica.

Maria Valtorta stese quest’opera dal 1944 al 1947. Alcuni degli ultimi episodi sono del 1951.
Non sempre procedeva secondo l’ordine narrativo. A volte, per contingenti esigenze spirituali, doveva scrivere uno o più episodi fuori dalla trama, e in seguito Gesù stesso le indicava dove andavano inseriti. Nonostante la sporadica discontinuità nella stesura e nonostante l’assoluta mancanza di schemi preparatori, sia scritti che mentali, l’opera ha una struttura perfettamente organica dall’inizio alla fine.
Per giunta, Maria Valtorta la intercalava con pagine di vari argomenti, cominciate a scrivere nel 1943 (appena ultimata l’Autobiografia) e proseguite negli anni successivi fino al 1950. Esse hanno dato corpo alle opere minori, che sono pubblicate in cinque volumi, oltre a quello dell’Autobiografia. Tre volumi – intitolati rispettivamente I quaderni del 1943, I quaderni del 1944 e I quaderni del 1945-1950 – raccolgono una miscellanea di scritti su temi ascetici, biblici, dottrinali, di cronaca autobiografica, nonché descrizioni di scene evangeliche e di martirio dei primi cristiani. Un volume, intitolato Libro di Azaria, offre commenti ai testi (esclusi quelli del Vangelo) del messale festivo. L’ultimo volume è quello delle Lezioni sull’Epistola di Paolo ai Romani.
Altri scritti sparsi, rimasti inediti per lunghi anni, sono stati raccolti e pubblicati sotto il titolo Quadernetti. È stato anche pubblicato l’epistolario con le Lettere a Mons. Carinci, le Lettere a padre Migliorini e Le Lettere a madre Teresa Maria (voll. 1 e 2).

TESTIMONIANZE

“Ciò che costituisce il traguardo per gli altri, per così dire, è, al contrario, il punto di partenza per l’ascesi di Maria Valtorta.”

Professor Fabrizio Braccini

“Ho studiato, insegnato, predicato, e scritto di Mariologia già per mezzo secolo. Per fare questo, ho dovuto leggere innumerevoli opere e lavori di ogni genere su Maria: una vera e propria biblioteca Mariana.”

Padre Gabriele Roschini

“Un libro di grande formato, composto in circostanze eccezionali e in un tempo relativamente molto breve: questo è un aspetto del fenomeno Valtorta.”

Il Beato Gabriele M. Allegra
TUTTE LE TESTIMONIANZE

CHI È MARIA VALTORTA

Maria Valtorta nacque il 14 marzo 1897 a Caserta, dove i genitori, che erano lombardi, si trovavano temporaneamente. Era figlia unica di un maresciallo di Cavalleria, uomo buono e remissivo, e di una insegnante di francese, donna dispotica e severa. Dopo aver rischiato di morire nel nascere, la piccina venne affidata ad una balia di cattivi costumi, che arrivava al punto di lasciarla per ore tra i solchi di grano nella campagna assolata.

I frequenti trasferimenti della famiglia, causati dagli spostamenti del Reggimento nel quale il padre prestava servizio, la portarono a trascorrere i primi anni di vita a Faenza, in Romagna, e successivamente a Milano, dove Maria andava all’asilo dalle suore Orsoline. Fu qui che, in età precoce, ebbe l’intuizione mistica …

CONTINUA A LEGGERE

LA FONDAZIONE

Costituita nel 2010, la Fondazione, riconosciuta come persona giuridica con la qualifica di “onlus” (organizzazione non lucrativa di utilità sociale),ha lo scopo primario di conservare, custodire, tutelare, curare, divulgare e valorizzare, a beneficio di tutti e senza scopo di lucro, il patrimonio culturale costituito dall’eredità materiale e morale di Maria Valtorta.

GLI SCRITTI

I quaderni autografi sono la parte più preziosa del patrimonio valtortiano. Mostrano in che modo e con quali mezzi Maria Valtorta scriveva e documentano l’autenticità dei suoi scritti da poter confrontare con la fedeltà della loro pubblicazione.

CASA VALTORTA

La casa Valtorta si trova a Viareggio, al numero civico 257 della lunga e centrale Via Antonio Fratti, a pochi metri dall’incrocio con Via Leonardo da Vinci. È consentito entrarvi per visitare la camera di Maria, che è la prima a sinistra al pianterreno, passato l’ingresso. Il visitatore che vi torna dopo il restauro degli anni 2001-2002 la tro­va cambiata e forse trasformata, ma non falsata.

NEWS

Consulta tutti i nostri articoli e le ultime novità su Maria Valtorta e le sue Opere

TUTTI I NOSTRI ARTICOLI

AIUTACI ANCHE TU

CERCANSI COLLABORATORI VOLONTARI
SOSTIENI LE ATTIVITÀ DELLA FONDAZIONE