L’eredità

I manoscritti

Marta Diciotti ereditò tutte le opere di Maria Valtorta e i diritti d’autore. Fin dal 1986 Marta Diciotti aveva fatto testamento a favore del Centro Editoriale Valtortiano, che alla morte di lei, nel 2001, entrava in possesso dei manoscritti e di quant’altro completava l’asse ereditario di Maria Valtorta. Il Centro Editoriale Valtortiano (CEV) era stato costituito per essere l’editore degli scritti di Maria Valtorta. Ricevendo l’intera eredità della Valtorta, in parte per testamento e in parte per averla acquistata, il CEV quasi si identificava con la persona di lei, unendo ai diritti e ai doveri di un editore i diritti e i doveri propri di un autore.

La Casa

La casa fu ereditata dai Servi di Maria con la clausola che Marta Diciotti potesse usufruirne a vita. La Casa successivamente fu venduta dai Servi di Maria al Centro Editoriale Valtortiano.

it_IT